IPASVI / ATTUALITÀ / Stabilizzazione precari Lazio, bene il decreto: ora un argine alle esternalizzazioni

Stabilizzazione precari Lazio, bene il decreto: ora un argine alle esternalizzazioni

Stabilizzazione precari Lazio, bene il decreto: ora un argine alle esternalizzazioni

10/10/2017 - Comunicato del Collegio Ipasvi di Roma dopo il decreto annunciato dal presidente della Regione Zingaretti.

Il Collegio Ipasvi di Roma, presieduto da Ausilia Pulimeno, ha diffuso un comunicato stampa a seguito dell'annuncio da parte del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, del decreto che fissa nuovi criteri per l'accreditamento di strutture sanitarie private.

Questo il testo integrale diffuso ai media: "Il decreto con cui la Regione Lazio sancisce che la stabilizzazione contrattuale dei professionisti sanitari precari rientra nelle condizioni essenziali per l’accreditamento delle struttura sanitarie private con il Servizio Sanitario Regionale è un passo significativo nella direzione che da tempo gli infermieri indicano e rivendicano. Un provvedimento che, se correttamente attuato, consentirà un sostanziale miglioramento della qualità dell’assistenza eliminando finalmente l’inaccettabile condizione di incertezza e precarietà che segna la vita professionale e familiare di migliaia di professionisti. Si tratta ora di verificare che il decreto venga applicato pienamente e rapidamente dalle struttura interessate affinché tutti gli operatori coinvolti siano inquadrati con rapporti di lavoro regolati dai contratti nazionali di categoria, superando così le attuali discriminazioni fra dipendenti privati e pubblici".

Ma anche per questi ultimi c’è ancora molto da fare. Lo sottolinea con forza la presidente del Collegio, Ausilia Pulimeno: "Il decreto per la stabilizzazione di infermieri, ostetriche, operatori sociosanitari e di altre figure professionali nelle strutture sanitarie private rappresenta un passaggio decisivo per innalzare il livello qualitativo dei servizi e dunque per migliorare l’assistenza ai cittadini. Tuttavia, resta preoccupante l’eccessivo ricorso all’esternalizzazione dei servizi infermieristici in molte aziende sanitarie e ospedaliere pubbliche di Roma e del Lazio. Chiediamo perciò alla Regione Lazio di intervenire con urgenza anche su questo fronte per arginare un fenomeno che produce precarietà e scoraggia la fidelizzazione dei professionisti verso le aziende per cui lavorano".

Stampa
Condividi su:
Iscriviti alla Newsletter

IX CONFERENZA  DELLE POLITICHE DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA
Bologna 
21 aprile 2017

Sintesi, documenti e video dell'evento