IPASVI / ATTUALITÀ / L'Ambasciata italiana a Berlino omaggia un'infermiera italiana

L'Ambasciata italiana a Berlino omaggia un'infermiera italiana

L'Ambasciata italiana a Berlino omaggia un'infermiera italiana

27/12/2017 - La testimonianza di Clorinda De Maio, che vive e lavora in Germania, per comprendere meglio il mondo della sanità tedesca.

 Martedì 16 gennaio 2018, alle 18.30, l'Ambasciata d'Italia a Berlino invita i giovani italiani che vogliono lavorare nel mondo della sanità tedesca all'evento: "L'Ambasciata incontra... le professioni mediche". Moderati dalla giornalista Lucia Conti (Il Mitte), quattro giovani professionisti italiani attivi a Berlino racconteranno il proprio percorso personale e professionale tra cliniche, ospedali e studi medici privati. Come funziona il riconoscimento dei titoli di studio? E l'abilitazione? Quali sono le condizioni di lavoro negli ospedali tedeschi? Questi, oltre ad altri, i temi al centro della discussione della serata.

Per trattarli al meglio, l'Ambasciatore d'Italia, Pietro Benassi, ha deciso di coinvolgere nella serata Clorinda De Maio, infermiera specializzata in rianimazione e psichiatria. Dopo gli studi tra la Calabria (laurea in Tecnico della riabilitazione psichiatrica nel 2003) e Roma (laurea in Infermieristica nel 2014) e dopo numerose esperienze lavorative in diversi ospedali e cliniche italiane, nel 2015 si è trasferita a Berlino. Qui, oltre a lavorare come infermiera, è fondatrice del progetto "Infermieri Italiani", ambulatorio infermieristico privato a Berlino, dove, oltre alle classiche attività di assistenza infermieristica, offre consulenza e intermediazione per i connazionali che non parlano il tedesco o che non conoscono a fondo le strutture del sistema sanitario tedesco.

Stampa
Condividi su:
Iscriviti alla Newsletter

L’infermiere nelle Forze Armate e di Polizia: prospettive operative e competenze avanzate
12 gennaio 2018

Sintesi e documenti dell'evento