IPASVI / ATTUALITÀ / Contratto: documento Ipasvi sulla valorizzazione delle competenze degli infermieri

Contratto: documento Ipasvi sulla valorizzazione delle competenze degli infermieri

Contratto: documento Ipasvi sulla valorizzazione delle competenze degli infermieri

10/11/2017 - Il gruppo di lavoro sul contratto della Federazione nazionale Ipasvi ha prodotto un documento che vuole essere uno strumento di lavoro, utile ai sindacati  e/o all’Aran, per la definizione di un buon contratto per gli infermieri. IL DOCUMENTO.

I punti caldi del contratto, su cui sindacati e Aran hanno deciso l’apertura di tavoli ad hoc sono quello organizzazione del lavoro (ordinamento, classificazione del personale e nuove aree proposte); il tavolo delle regole di costituzione e utilizzo dei fondi per giungere, come negli altri comparti di contrattazione, a un fondo unico; l’orario di lavoro.

Naturalmente è il sindacato – autonomo e confederale nel caso degli infermieri – che conduce la trattativa, e la Federazione per sua natura non può sovrapporsi a questo tipo di attività.

Poiché però si parla comunque di professione, l’Ipasvi ha costituito un gruppo di esperti contrattualisti che hanno lavorato nelle ultime settimane alla predisposizione di una serie di osservazioni sulla valorizzazione delle competenze professionali e gestionali degli infermieri nel nuovo contratto di lavoro.

Al termine della sua attività, il gruppo di lavoro ha prodotto un documento che vuole essere uno strumento di lavoro, utile ai sindacati  e/o all’Aran, per la definizione di un buon contratto per gli infermieri.

Per questo il lavoro – che qui presentiamo in allegato – si articola su una serie di argomenti-cardine che fanno parte, appunto, dei temi caldi della trattativa: il reclutamento; il sistema di classificazione; il sistema dei fondi e delle indennità; la libera professione e le prestazioni aggiuntive; lo sviluppo delle competenze e la valorizzazione degli incarichi in ambito professionale e in ambito gestionale (incarichi gestionali e incarichi professionali); la non idoneità e l’idoneità condizionata: riflessione su un fenomeno sempre più importante qualitativamente e quantitativamente.

Auspichiamo che l’attuale fase di rinnovo dei contratti di lavoro consenta di adeguare la regolamentazione dell’attività lavorativa, maturata negli anni di blocco della contrattazione, all’evolversi dell’organizzazione.

L’evoluzione sia professionale sia dei bisogni di salute della popolazione sono andate di pari passo, rendendo l’attuale normativa contrattuale non più adeguata alle esigenze di flessibilità e di continuità dell’assistenza offerta agli utenti e al corretto riconoscimento e valorizzazione delle competenze maturate dai professionisti.

La Federazione con il documento intende dare un contributo alla discussione, individuando le principali criticità e formulando proposte per il loro superamento, finalizzato a rendere lo strumento contrattuale adeguato alle sfide che l’attuale contesto pone, analizzando le principali opportunità: sviluppo delle competenze in abito gestionale e clinico; valorizzazione degli incarichi; libera professione e prestazioni aggiuntive.

IN ALLEGATO IL DOCUMENTO IPASVI SUL CONTRATTO 

Stampa
Condividi su:
Iscriviti alla Newsletter

IX CONFERENZA  DELLE POLITICHE DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA
Bologna 
21 aprile 2017

Sintesi, documenti e video dell'evento