FNOPI / ATTUALITÀ / Approda in Parlamento europeo il caso degli infermieri precari

Approda in Parlamento europeo il caso degli infermieri precari

Approda in Parlamento europeo il caso degli infermieri precari

16/11/2017 - Il Collegio Ipasvi di Taranto si è speso per un Public Hearing previsto il 22 novembre sul tema della tutela dei diritti dei lavoratori in un'occupazione temporanea o precaria.

Approda in Parlamento europeo, e in particolare in commissione Petizioni, il caso degli infermieri precari tarantini.
Il prossimo 22 novembre, infatti, si svolgerà a Bruxelles un Public Hearing sul tema della tutela dei diritti dei lavoratori in un'occupazione temporanea o precaria. In quella occasione saranno trattate anche le dieci petizioni presentate dai precari pubblici tarantini della Asl di Taranto, quasi tutti infermieri, tra cui una a firma del consigliere del Collegio Ipasvi di Taranto, Pierpaolo Volpe.

Tra gli esperti italiani che prenderanno la parola ci sarà l’avvocato Vincenzo De Michele, del Foro di Foggia, che si occuperà di illustrare le misure per prevenire e sanzionare l'abuso di contratti a tempo determinato in base alla giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea; e l’Avvocato Sergio Galleano, che rappresenterà i due infermieri precari le cui petizioni sono state già oggetto di dissertazione al Parlamento europeo lo scorso 22 marzo.
La delegazione italiana che sarà presente all'audizione, è composta oltre che dal consigliere Ipasvi Taranto, anche dagli avvocati Fernando Caracuta e Luca Bosco del Foro di Lecce.

Ad aver indotto la commissione Petizioni del Parlamento europeo a programmare una giornata monotematica sul problema del lavoro flessibile nel lavoro pubblico, è stata la grande pressione fatta durante l’audizione pubblica del 22 marzo scorso, durante la quale la presidente della Commissione, la svedese Cecilia Wikstrom, ha dovuto prendere atto della gravissima situazione in cui versano i precari pubblici italiani, spagnoli e portoghesi. “La sanzione individuata dalla Corte di Cassazione per le pubbliche amministrazioni che utilizzano illegittimamente i contratti a tempo determinato, è oggetto di contestazione presso la Corte di giustizia e la Corte costituzionale”, spiega Pierpaolo Volpe.

L’appuntamento del prossimo 22 novembre, quindi, sarà l’occasione per ridare voce ai precari pubblici italiani.
In allegato il programma della giornata (pdf, english).

Stampa
Condividi su:
Iscriviti alla Newsletter

L’infermiere nelle Forze Armate e di Polizia: prospettive operative e competenze avanzate
12 gennaio 2018

Sintesi e documenti dell'evento